CHI SONO?

Mi chiamo Fabrizio ed abito in provincia di Ancona. Se volete sapere altro date un'occhiata al mio profilo o rivolgetevi al SISMI. Fatta eccezione per alcune immagini ed i testi di canzoni, il resto dei contenuti è opera mia, poesie comprese. Ho scoperto che alcune di queste sono state riportate su altri blog e siti web, la qual cosa mi fa molto piacere. Vi prego solamente di indicare la fonte ed il mio nick quando lo fate, grazie :)

CREDITS

MUSIC CORNER

Notturno 01

giovedì, marzo 23, 2006

[FRASE DEL GIORNO: We're just two lost souls swimming in a fish bowl ]
[BGM: Utada Hikaru - Simple and Clean ; Rufus Wainwright - Hallelujah ]


Eccolo qua, il motivo per cui esiste questo blog.
Come spesso mi capita (sempre di notte, sempre quando sono immerso nel silenzio) è entrato in azione lo stato sentimental-malinconico che mi catapulta in mezzo a situazioni ed eventi del passato. E' un processo tutt'altro che depressivo (fatta eccezione per alcuni rari casi), che mi fa entrare in un dolce stato d'animo semi-sognante; e quando entro in questo stato mi viene puntualmente voglia di scrivere, e dopo aver scritto mi viene voglia di far leggere a qualcuno quello che ho scritto. Non so perché, non ne ho la più pallida idea e neanche mi interessa saperlo (quindi se qualche psicologo sta leggendo ora può anche rimettere a posto il proprio taccuino).
Di conseguenza cosa c'è di meglio di un blog per fare entrambe le cose in un colpo solo? E questo spiega anche il nome del blog (per chi sa cosa rappresenta per me la luna... bravo Teddy che aveva intuito).

Stanotte in particolar modo mi sono messo a rileggere vecchie poesie e vecchi scritti del periodo Giovannesco (come lo definiranno i critici del 23° secolo). Inutile dire che è il periodo dove annego più frequentemente e con maggior piacere... quello che mi ha lasciato quella ragazza è veramente qualcosa di unico e con il distacco maturato in quasi 5 anni di lontananza è diventato anche qualcosa di stranamente prezioso, che sono felice di continuare a provare. Voi sapete cosa mi ha fatto quella ragazza e che periodo ho attraversato subito dopo... o meglio, lo sapete a grandi linee perché da bravo bastardo ho sempre mascherato i periodi di maggior devastazione >:)
Eppure, nonostante quello che ho passato, posso solamente dirle grazie. Per tutto, anche per il periodo peggiore. E parlando di periodi negativi stasera mi sono incastrato su un pezzo di una poesia scritta tempo fa...

E continuo a camminare, in una terra senza fine…
Dove i silenzi sono lunghi e sono tristi le mattine.
Un mondo perso nella nebbia, dove non si può volare…
Dove le rose sono grigie e non possono sbocciare.
Un mondo solitario che raffredda la mia pelle…
Dove il mare è sempre nero e non riflette più le stelle.
Un mondo rallentato figlio di giorni indifferenti…
Dove i sorrisi sono tristi e tutti gli occhi sono spenti.
Un mondo ormai scheggiato, dove i baci non consolano…
Dove gli amori sono freddi… e gli angeli non volano.


Ci sono sfaccettature di me che nessuno di voi conosce, perché gli unici momenti in cui le tiro fuori sono questi. Questo blog mi farà sicuramente conoscere meglio anche a chi mi conosce da svariati anni (ciao Ted, ciao TseTse ^^) e questo è il secondo motivo per cui è nato.
Può anche darsi che un giorno mi rompa le palle di scriverci e lo lasci qui a marcire (più o meno come l'80% delle cose che inizio), quindi approfittatene finché siete in tempo. Se siete fortunati finirete citati nei libri di letteratura del 23° secolo :P

posted by Rendal at 01:59

[ <- BACK HOME <- ]

[ SCRIVI UN COMMENTO]

Comments for Notturno 01
E' difficile per me capire 1momento di passaggio. I passaggi possono portare ovunque,non c'è limite all'immaginazione, si tratta di cambiare pelle. Cazzo ciò messo 1ora per trovare come postare commenti
  • Posted at 23:26 | By Anonymous tse

Non ti sbagliare, io sarò citato in copertina.

Sarò l'autore.

Si. Nel XXIII secolo.